I nostri autori:

Andrea Vesco

Sarah Vesco

Alessio Giuliano

Antonio Massara

Buongiorno Fornitori: Marylin Bommarito

Buongiorno Fornitori: Marylin Bommarito

10013944_117453838650133_1141388416045140991_n.jpg

Cento anni fa in Italia molta gente non sapeva parlare italiano.

Nelle campagne spesso la sola lingua conosciuta era il dialetto locale. Se si fossero incontrati un  trentino e un siciliano probabilmente per capirsi avrebbero dovuto comunicare a gesti. Il mondo oggi è un po’ nella stessa situazione: le lingue nazionali sono diventate, estremizzando, dei dialetti. Se infatti si mettono insieme due persone, uno svedese ed un italiano per esempio, essi non possono comunicare se non a gesti. Per capirsi hanno bisogno di possedere una lingua comune, una lingua internazionale. Nel corso della storia sono esistite alcune di queste lingue veicolari, come il latino nel Medioevo. Il latino era la lingua delle persone colte. Si pubblicava in latino in Germania, Francia, Inghilterra e Italia. Rimaneva una lingua conosciuta da poche minoranze in un mondo ancora largamente analfabeta. Negli ultimi decenni la circolazione di uomini e di idee è aumentata a tal punto che si sta imponendo la necessità di una lingua che tutti sappiano adoperare e l’inglese ha preso di fatto questo ruolo.

In azienda diventa così indispensabile una figura che in tempi brevi sappia tradurre con estremaprecisione quanto prodotto nella lingua ufficiale. Da Rallo questo ruolo è ricoperto da Marylin Bommarito.

Nata negli States e venuta a vivere, giovanissima, nella terra dei suoi genitori, si innamora perdutamente della Sicilia e del suo ragazzo, ovviamente siciliano! Nasce in lei un altro grande amore, quello del mondo del vino, che la porta a frequentare dapprima il Corso ONAV e successivamente quello AIS, che le consente di diplomarsi sommelier. La passione del vino si sposa con quello della scrittura e collabora con diverse testate raccontando il vino. Visita vigneti e cantine, intervista enologi e winemakers facendo tesoro delle loro storie ed esperienze. 

logo-winekultura.jpg

Visita Malta, piccolissima nazione per dimensione ed inizia una collaborazione con un’azienda maltese, Wine Kultura, che importa vini dalla Sicilia. “Malta galleggia sul vino Siciliano,” dice con un sorriso allegro. Il vino non è semplicemente una bevanda per quietare la sete, il vino, per essere apprezzato deve essere degustato con passione e conoscenza del territorio da dove viene, dei procedimenti di produzione e “last but not least” (ultimo e non il meno importante), la storia e la tradizione di chi sta dietro a tutto ciò. Più conosci il vino e più sarai in grado di apprezzarlo.” Queste sono le sue parole e questa la sua filosofia aziendale.

Occhi azzurro limpido, estremamente ospitale, con una simpatica cadenza americo-siciliana. Mentre si aspettava il caffè la chiacchierata proseguiva come se fossimo amiche da sempre. “Il siciliano”, torna a raccontare, “prende tutte le meraviglie che lo circondano per scontate. Guarda com’è stupenda oggi la montagna, dico a mio marito. Lui mi risponde: ma è sempre stata così! A me invece emoziona sempre.

Giornalista per varie testate, traduttrice, fotografa per passione, mamma, una donna piena di voglia di fare, un piccolo vulcano sempre attivo: è stato davvero un piacere conoscerla di persona!

La Sicilia del Pane, part two. Forno Santa Rita

La Sicilia del Pane, part two. Forno Santa Rita

Degustazione in itinere

Degustazione in itinere