I nostri autori:

Andrea Vesco

Sarah Vesco

Alessio Giuliano

Antonio Massara

La sentinella del vigneto

La sentinella del vigneto

rosanelvigneto.jpg

In gergo tecnico la rosa è definita pianta spia. La rosa è una pianta che manifesta prima i sintomi di eventuali attacchi di patologie fitopatiche e fisiopatiche.
Un tempo i vignaioli  le piantavano nelle teste dei filari di vite  per proteggere i loro  vigneti,  in quanto le rose fungevano da “sentinelle” essendo le prime ad essere colpite in caso di eventuali malattie.

Ciò consentiva ai viticoltori di agire in modo tempestivo sul problema per prevenire i danni al raccolto.

Le rose di conseguenza venivano messe in testa ai filari, principalmente per una questione di monitoraggio e controllo perché in questo modo era più facile tenere sotto controllo i cicli biologici
di insetti e funghi, attuando così la miglior difesa.

Oggi, con il mutare delle tecniche agrarie e di allevamento della vite, la messa a dimora delle rose nei vigneti è soltanto l’avanzare di un’antica tradizione, che, i vignaioli nostalgici e particolarmete attenti ai cicli biologici come Rallo continuano a tramandarla di filare in filare e di generazione in generazione, colorando le loro campagne.

Ultimo giorno con il Pon. Ciao Liceo Classico Umberto, alla prossima!

Ultimo giorno con il Pon. Ciao Liceo Classico Umberto, alla prossima!

Marsa Alì.

Marsa Alì.